Passa ai contenuti principali

#Unaiutoacasa, a Torrita di Siena è stato istituito un nuovo servizio in aiuto alle persone che sono in isolamento domiciliare, anche volontario, a causa delle recenti disposizioni governative riguardo all’epidemia da Coronavirus

#Unaiutoacasa, a Torrita di Siena è stato istituito un nuovo servizio in aiuto alle persone che sono in isolamento domiciliare, anche volontario, a causa delle recenti disposizioni governative
riguardo all’epidemia da Coronavirus
Firmato l’11 marzo il protocollo di collaborazione tra il Comune di Torrita di Siena, la Pubblica Assistenza e la Misericordia
 
 
L’11 marzo è stato siglato un protocollo di collaborazione tra il Comune di Torrita di Siena e due associazioni di volontariato locali: la Pubblica Assistenza e la Misericordia. Si tratta di un accordo mirato a dare un piccolo sostegno al superamento di alcuni problemi della quotidianità che possono gravare su alcune famiglie torritesi, in isolamento domiciliare, anche volontario, secondo le norme governative in materia di contenimento dell’epidemia da Coronavirus.
Il protocollo, che è stato battezzato con il nome #Unaiutoacasa, prevede che Misericordia e Pubblica Assistenza, coordinate e supportate dagli uffici comunali, provvedano alla fornitura di medicinali e generi di prima necessità a persone o famiglie in stato d’isolamento. Questo può essere di concreto conforto per coloro che non hanno parenti o amici in grado di sopperire a certi bisogni primari pressoché quotidiani.  
Per attivare il servizio è sufficiente telefonare in Comune al numero 0577 688215 in orario di apertura e segnalare quali sono le proprie esigenze. L’ufficio registrerà la chiamata e attiverà le associazioni di volontariato che quindi contatteranno il cittadino per concordare le modalità di evasione della richiesta. Per motivi organizzativi, non può essere garantita l’evasione in giornata di richieste pervenute dopo le ore 11:00. I richiedenti, per tutelare la loro salute e anche quella degli operatori, dovranno avere la premura di far trovare, al di fuori della propria abitazione, un contenitore con la documentazione e quant’altro necessario affinché i volontari non abbiano difficoltà a soddisfare le richieste e completare il servizio nel modo più rapido possibile
.
“Con il progetto  #unaiutoacasa abbiamo voluto dare una risposta a quei cittadini che oltre a doversi confrontare con un’imprevista emergenza sanitaria devono anche convivere con i problemi causati dall’isolamento domiciliare” – così Roberto Trabalzini, Assessore all’Associazionismo di Torrita di Siena – “E ancora una volta ci stiamo riuscendo grazie alla collaborazione di due preziose associazione di volontariato, la Pubblica Assistenza e la Misericordia, di cui tutta la cittadinanza deve andare orgogliosa”.
Il Comune precisa che possono essere oggetto di richiesta tanto la  classica “lista della spesa”, necessaria per la normale gestione famigliare, che gli acquisti di medicinali e di altri prodotti reperibili in farmacia.
 
 
Ufficio Stampa Comune di Torrita di Siena

Post popolari in questo blog

Sospensione attività del Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga a seguito del DCPM del 4 marzo

Sospensione attività del Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga a seguito del DCPM del 4   marzo Comunicato stampa giovedì 5 marzo 2020 Mantenere le distanze di sicurezza interpersonali previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio del 4 Marzo è impossibile per il Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga. Saranno quindi sospese fino al 3 aprile tutte le attività del teatro , e quindi tutti gli spettacoli per adulti e per ragazzi, i corsi di teatro , gli incontri con il pubblico e le conferenze. Il Decreto prevede infatti la sospensione degli spettacoli di qualsiasi natura “che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” (Art. 1 Comma b). La Fonderia Cultart, soggetto gestore del Teatro, attraverso la Direzione Artistica sta già individuando in accordo con gli artisti e le compagnie, le nuove date degli spettacoli che saranno riprogrammati dopo il 3 ap

Emergenza Covid-19, pensiamo da subito al futuro di Gaiole

Comune di Gaiole in Chianti Comunicato stampa del 10 marzo 2020 Emergenza Covid-19, pensiamo da subito al futuro di Gaiole Il Comune propone le prime misure economiche per dare liquidità ad aziende e operatori turistici Proposta una delibera al Consiglio comunale  L’emergenza Covid-19 sta provocando conseguenze economiche su tutto il territorio e rischia di pregiudicare il futuro delle nostre comunità. Per questo, il Comune di Gaiole in Chianti si è attivato da subito definendo una prima serie di misure che garantiscano liquidità alle strutture ricettive e alle attività commerciali. La delibera adottata dalla Giunta andrà in approvazione nel prossimo Consiglio comunale con la condivisione di maggioranza e opposizione. “In questa difficile situazione –  commenta il sindaco Michele Pescini  – l'obiettivo del Comune è quello di fare il possibile per salvaguardare la nostra economia e per tutelare i posti di lavoro, che sono a rischio, se vanno in crisi le aziende