Passa ai contenuti principali

UN POETICO SPETTACOLO PER BAMBINI PORTA A SINALUNGA LA MAGIA DI BRUNO MUNARI

UN POETICO SPETTACOLO PER BAMBINI PORTA A SINALUNGA LA MAGIA DI BRUNO MUNARI
Giocoleria, costumi variopinti, una colonna sonora coinvolgente e suggestiva, tre attori empatici e simpatici che te li vorresti portare a casa. Domenica 19ore 16 – arriva al teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga LA FANTASIA. Un viaggio liberamente ispirato a Bruno Munari (biglietti da 5 a 6 euro, disponibili online e nel circuito Ticketone).

Lo spettacolo è un mondo dove si vivono avventure incredibili per scoprire che la possibilità di cambiare le cose è dentro ognuno di noi, basta ascoltare il respiro della fantasia. Se la routine quotidiana e la concretezza di una vita (che non lascia molto spazio all’immaginazione) ci obbligano a correre lungo binari precostituiti, gli artisti propongono una soluzione: la fantasia. “Prima – dichiarano – è soltanto l’insinuarsi di un’immagine, ma man mano che la vedi diventa un mondo fantastico, dove la realtà può essere ribaltata e dove tutto è possibile. Un mondo di oggetti animati in continua trasformazione. Un mondo magico. Un mondo di poesia. Un mondo dove si mescolano il divertimento e l’equilibrio. Un mondo dove la parola può prendere vita. Un mondo dove stupirsi è d’obbligo”.

Lo spettacolo nasce dal desiderio di far incontrare Bruno Munari, il grande artista e designer scomparso nel 1998, con uno dei pochi linguaggi che non ha mai utilizzato nel suo lavoro: il teatro. Alla base, c’è stata una ricerca delle quattro fasi della vita da lui concepite: invenzione, fantasia, creatività, immaginazione. Il progetto andrà quindi a ricreare un nuovo processo creativo, dove il corpo diventerà un pennello, la voce un mondo da scoprire, il testo un lazzo futurista, il disegno uno strumento narrativo, una sfera un personaggio che racconterà storie incredibili. In scena una giovane formazione di artisti polivalenti: Edoardo Nardin, giocoliere, acrobata ma anche pittore, Pasquale Scalzi, che oltre a recitare è anche diplomato in corno, e Francesco Dendi, che come attore vanta varie collaborazioni con importanti artisti del teatro contemporaneo.

I biglietti per lo spettacolo sono ancora disponibili nel circuito Ticketone: i punti più vicini si trovano alla Coop di Sinalunga, alla Letric travel di Torrita di Siena. Online, si possono acquistare su www.ticketone.it oppure al botteghino il giorno la sera dello spettacolo. La stagione del Pinsuti proseguirà poi venerdì 24 gennaio con Le opere complete di Shakespeare in 90 minuti, un brillante e fortunato spettacolo che sta facendo il tutto esaurito in mezza Italia di cui si è già avuto un assaggio alla festa d’inaugurazione del teatro. In scena Roberto Andrioli, Fabrizio Checcacci, Lorenzo Degl’Innocenti che proveranno a condensare l’opera omnia di Shakespeare in soli 90 minuti, fra esilaranti scene rap, e formidabili gag comiche.

Post popolari in questo blog

Bravìo delle Botti 2019, edizione dedicata all’allunaggio

Bravìo delle Botti 2019, edizione dedicata all’allunaggio Il Magistrato delle Contrade presenta la nuova edizione del Bravìo delle Botti, il cui panno è stato dedicato ai 50 anni dallo sbarco sulla Luna Montepulciano – Il momento più atteso dell’anno per i tanti contradaioli di Montepulciano è finalmente arrivato: l’edizione 2019 del Bravìo delle Botti è alle porte, con una settimana di eventi, spettacoli, intrattenimenti e cene in contrada, in attesa della gara di domenica 25 agosto. Sarà un’edizione molto particolare, nell’anno in cui ricorrono i 50 anni dal primo sbarco dell’uomo sulla Luna: proprio il tema dell’allunaggio sarà al centro del panno del Bravìo, che sarà consegnato alla contrada vincitrice, realizzato dal perugino Stefano Palermo. “Siamo pronti a partire con la nuova edizione del Bravìo delle Botti, carichi di entusiasmo – commenta il reggitore del Magistrato delle Contrade, Giulio Pavolucci – Purtroppo il calendario anticipato ci ha costretti a rin

Lo sguardo sull’invisibile”, la mostra fotografica virtuale dei Licei Poliziani

“Lo sguardo sull’invisibile”, la mostra fotografica virtuale dei Licei Poliziani   Nell’ambito delle attività   di didattica a distanza nasce “Lo sguardo sull’invisibile”,   una mostra virtuale di scatti fotografici effettuati   dagli studenti delle classi IV B e   V A della sezione scientifica durante la fase di lockdown. Curatrice del lavoro la professoressa di italiano e latino Sonia Casini.   L’esposizione fotografica, realizzata da un gruppo di giovani artisti dei Licei Poliziani, coinvolge il visitatore in un viaggio   attraverso la quotidianità e la vita privata. Gli studenti,   colti nel loro isolamento dovuto all’emergenza sanitaria, attraverso scatti fotografici raccontano il proprio disagio, le loro sensazioni profonde, l’unicità dell’individuo, il rapporto sospeso con il mondo esterno: persone e oggetti si trovano in una condizione identica a cui è stato impossibile sottrarsi.   Per i ragazzi, coordinati dalla professoressa Sonia Casini già promotrice di form