Passa ai contenuti principali

"La Terrazza” ospita Rino Rappuoli

"La Terrazza” ospita Rino Rappuoli

Lo scienziato, sabato 1 agosto (ore 18,30) in piazza della Repubblica a San Casciano dei Bagni


La Terrazza” di San Casciano dei Bagni prolunga il calendario delle iniziative sull’onda del successo dei primi incontri, e lo fa con un personaggio di eccezione: Rino Rappuoli. Il microbiologo, tra i più noti al mondo, sabato 1 agosto dialogherà con il giornalista Pino Di Blasio, caposervizio della redazione senese della Nazione. L’appuntamento in piazza della Repubblica (ore 18,30), dal titolo “Dai vaccini agli anticorpi, la nuova frontiera dei virus”, prefigura una domanda inevitabile nei confronti di un fuoriclasse della ricerca, universalmente noto per le sue competenze sull’immunologia: quando sarà disponibile uno strumento per combattere la Covid-19? Rappuoli, attualmente chief scientist e head of external R&D dell'azienda GSK vaccine, ha annunciato un'alleanza con Sanofi, per arrivare in breve tempo alla realizzazione di un vaccino. In ogni caso ne sapremo di più sabato pomeriggio da un personaggio che è il cofondatore della microbiologia cellulare e pioniere dell’approccio genomico nello sviluppo dei vaccini. Tra maggiori risultati di Rappuoli, la ricerca alla base di vaccini contro varie tipologie di influenza, meningite, pneumococco, menginococco e megingite B. Laureato all’Università di Siena nel 1976, dall’acquisizione di Sclavo da parte di Chiron, passando poi per Novartis e Gsk, ha sempre guidato i settori ricerca e vaccini delle varie multinazionali. In questi giorni è stato chiamato come professore straordinario di biologia molecolare al dipartimento di Biotecnologie, chimica e Farmacia dell’Università di Siena, dove già coordina l'attività di ricerca sugli anticorpi monoclonali terapeutici. Nel suo curriculum di insegnante ci sono docenze alla Rockefeller University di New York e alla Harvard Medical School di Boston e, naturalmente, non si contano i riconoscimenti, tra i quali la Medaglia d’oro al merito della sanità pubblica già nel 2005. Avrà tante cose da raccontare Rappuoli alla “Terrazza” di San Casciano Bagni, dove molti personaggi legati alla realtà termale e al territorio della Val di Chiana o della Val d’Orcia hanno dialogato con gli intervistatori e il pubblico in queste ultime settimane. Nel novero lo stesso Rappuoli, nato nel Comune confinante, Radicofani. «C’è grande attesa per questo incontro – osserva il sindaco di San Casciano dei Bagni Agnese Carlettiche consente ad una piccola comunità di conoscere le potenzialità di una ricerca in grado di salvare vite umane, di evitare i rischi e i disagi legati a una pandemia. La dimostrazione che anche un piccolo centro può uscire dall’isolamento attraverso la cultura, il confronto, facendo crescere una comunità». “La Terrazza” nasce per volontà dell’attuale sindaco Agnese Carletti e di Federica Damiani, ma anche di tanti cittadini, delle attività commerciali come dell’Hotel Fonteverde, importante realtà termale. Prossimo appuntamento domenica 2 agosto, con due influencer di eccezione: Paolo Stella e Cristina Fogazzi (ore 18,30) sempre in piazza della Repubblica.

Post popolari in questo blog

Sospensione attività del Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga a seguito del DCPM del 4 marzo

Sospensione attività del Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga a seguito del DCPM del 4   marzo Comunicato stampa giovedì 5 marzo 2020 Mantenere le distanze di sicurezza interpersonali previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio del 4 Marzo è impossibile per il Teatro Comunale “Ciro Pinsuti” di Sinalunga. Saranno quindi sospese fino al 3 aprile tutte le attività del teatro , e quindi tutti gli spettacoli per adulti e per ragazzi, i corsi di teatro , gli incontri con il pubblico e le conferenze. Il Decreto prevede infatti la sospensione degli spettacoli di qualsiasi natura “che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro” (Art. 1 Comma b). La Fonderia Cultart, soggetto gestore del Teatro, attraverso la Direzione Artistica sta già individuando in accordo con gli artisti e le compagnie, le nuove date degli spettacoli che saranno riprogrammati dopo il 3 ap

Emergenza Covid-19, pensiamo da subito al futuro di Gaiole

Comune di Gaiole in Chianti Comunicato stampa del 10 marzo 2020 Emergenza Covid-19, pensiamo da subito al futuro di Gaiole Il Comune propone le prime misure economiche per dare liquidità ad aziende e operatori turistici Proposta una delibera al Consiglio comunale  L’emergenza Covid-19 sta provocando conseguenze economiche su tutto il territorio e rischia di pregiudicare il futuro delle nostre comunità. Per questo, il Comune di Gaiole in Chianti si è attivato da subito definendo una prima serie di misure che garantiscano liquidità alle strutture ricettive e alle attività commerciali. La delibera adottata dalla Giunta andrà in approvazione nel prossimo Consiglio comunale con la condivisione di maggioranza e opposizione. “In questa difficile situazione –  commenta il sindaco Michele Pescini  – l'obiettivo del Comune è quello di fare il possibile per salvaguardare la nostra economia e per tutelare i posti di lavoro, che sono a rischio, se vanno in crisi le aziende

#Unaiutoacasa, a Torrita di Siena è stato istituito un nuovo servizio in aiuto alle persone che sono in isolamento domiciliare, anche volontario, a causa delle recenti disposizioni governative riguardo all’epidemia da Coronavirus

#Unaiutoacasa, a Torrita di Siena è stato istituito un nuovo servizio in aiuto alle persone che sono in isolamento domiciliare, anche volontario, a causa delle recenti disposizioni governative riguardo all’epidemia da Coronavirus Firmato l’11 marzo il protocollo di collaborazione tra il Comune di Torrita di Siena, la Pubblica Assistenza e la Misericordia     L’11 marzo è stato siglato un protocollo di collaborazione tra il Comune di Torrita di Siena e due associazioni di volontariato locali: la Pubblica Assistenza e la Misericordia. Si tratta di un accordo mirato a dare un piccolo sostegno al superamento di alcuni problemi della quotidianità che possono gravare su alcune famiglie torritesi, in isolamento domiciliare, anche volontario, secondo le norme governative in materia di contenimento dell’epidemia da Coronavirus. Il protocollo, che è stato battezzato con il nome #Unaiutoacasa, prevede che Misericordia e Pubblica Assistenza, coordinate e supportate dagl