Passa ai contenuti principali

Lo sguardo sull’invisibile”, la mostra fotografica virtuale dei Licei Poliziani

“Lo sguardo sull’invisibile”, la mostra fotografica virtuale dei Licei Poliziani

 

Nell’ambito delle attività  di didattica a distanza nasce “Lo sguardo sull’invisibile”,  una mostra virtuale di scatti fotografici effettuati  dagli studenti delle classi IV B e  V A della sezione scientifica durante la fase di lockdown. Curatrice del lavoro la professoressa di italiano e latino Sonia Casini.

 

L’esposizione fotografica, realizzata da un gruppo di giovani artisti dei Licei Poliziani, coinvolge il visitatore in un viaggio  attraverso la quotidianità e la vita privata. Gli studenti,  colti nel loro isolamento dovuto all’emergenza sanitaria, attraverso scatti fotografici raccontano il proprio disagio, le loro sensazioni profonde, l’unicità dell’individuo, il rapporto sospeso con il mondo esterno: persone e oggetti si trovano in una condizione identica a cui è stato impossibile sottrarsi.

 

Per i ragazzi, coordinati dalla professoressa Sonia Casini già promotrice di forme innovative nella didattica ai Licei Poliziani, anche in qualità di animatrice digitale, la fotografia è diventata un mezzo per comunicare emozioni che sono individuali e al contempo collettive: la riflessione è stata esasperata dalla paura, non solo del contagio, ma anche della propria ossessiva presenza.

 

La mostra è costituita da quattro sale che espongono trentanove opere realizzate da altrettanti artisti, presentate su cornice in una suggestione virtuale. Ogni scatto viene offerto con un titolo che sintetizza l’immagine e con un click che apre una didascalia, al fine di presentare e raccontare l’opera al visitatore. Scrivere un titolo e una nota critica non è stato un semplice esercizio, ma ha reso possibile trasformare le sensazioni degli studenti in altro da sé e quindi renderle proprie di tutti, per così dire universali. Gli studenti hanno realizzato gli scatti da cellulare scegliendo un tema tra quelli proposti, solitudine e divieto. Il percorso di ogni sala, visitabile solo da pc, inizia da destra e cliccando sul titolo dell’ultima foto di ogni sala si trova il link per accedere alla sala successiva.

 

“L’esperienza investe l’attenzione, la memoria e la capacità di concentrazione. Oggi siamo continuamente pervasi da immagini di ogni tipo che in realtà sono una forma di comunicazione universale, per cui una riflessione per i ragazzi su tale linguaggio come strumento espressivo è stata  sicuramente interessante. La mostra offre lo spunto per  gettare lo sguardo oltre, su un mondo invisibile che aspetta, con la certezza però che niente sarà più come prima” - spiega la professoressa Casini.

 

Per gli studenti della classe VA sezione scientifica la mostra fotografica è stata il punto di partenza del percorso di Cittadinanza e Costituzione all’Esame di Stato 2020.

Post popolari in questo blog

UN POETICO SPETTACOLO PER BAMBINI PORTA A SINALUNGA LA MAGIA DI BRUNO MUNARI

UN POETICO SPETTACOLO PER BAMBINI PORTA A SINALUNGA LA MAGIA DI BRUNO MUNARI Giocoleria, costumi variopinti, una colonna sonora coinvolgente e suggestiva, tre attori empatici e simpatici che te li vorresti portare a casa. Domenica 19 – ore 16 – arriva al teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga LA FANTASIA. Un viaggio liberamente ispirato a Bruno Munari (biglietti da 5 a 6 euro , disponibili online e nel circuito Ticketone ). Lo spettacolo è un mondo dove si vivono avventure incredibili per scoprire che la possibilità di cambiare le cose è dentro ognuno di noi , basta ascoltare il respiro della fantasia. Se la routine quotidiana e la concretezza di una vita ( che non lascia molto spazio all’immaginazione ) c i obbliga no a correre lungo binari precostituiti , gli artisti propongono una soluzione: la fantasia . “Prima – dichiarano – è soltanto l’insinuarsi di un’immagine, ma man mano che la vedi diventa un mondo fantastico, dove la realtà può essere ribaltata

Newsletter speciale Live Rock Festival 2020

  Newsletter speciale Live Rock Festival 2020 Live Rock Festival a Acquaviva, dal 10 al 13 settembre 2020 Quattro serate, otto concerti dal vivo, un djset all’alba e incontri su attualità e cultura e un’escursione di trekking eco-musicale: il Live Rock Festival si presenta con la sua 24/a edizione, come a ingresso gratuito, ma quest’anno su prenotazione (tramite la app specializzata DICE.fm). L’evento, che si svolgerà presso i Giardini Ex Fierale di Acquaviva dal 10 al 13 settembre, è ideata e organizzata dai volontari del Collettivo Piranha,  che quest’anno hanno reinventato il format adattandolo alle disposizioni vigenti e continuando a lavorare sulla ricerca musicale, sulla tutela dell’ambiente e sull’impegno sociale. Gli incontri pomeridiani inizieranno alle 18; l’apertura dell’area concerti e ristoro sarà alle 19. Programma: Giovedì 10 settembre, alle 22.00 , s’inaugura con un volto storico della scena indipendente, Davide Toffolo, frontman dei Tre Allegri Ragaz